Perché un accordo con l'Iran conviene a tutti?

Finalmente dopo mesi di discussione è arrivato il giorno in cui l’Iran e il gruppo dei 5+1 (i cinque membri permanenti del consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite più la Germania) dovrebbero raggiungere un accordo definitivo.

Il 30 giugno era stato fissato come termine per il raggiungimento di un accordo però le ultime indiscrezioni da Vienna, segnalano un prolungamento delle trattative  fino al 7 luglio.

Un dato  certo è che tutte e due le parti devono in qualche modo scendere a un compromesso per convincere i contestatori interni nonché risolvere una questione che dura da 10 anni.

Senza nessun dubbio Il risultato delle negoziazioni è importante per i due presidenti, Obama e Rohani. Da quando gli USA e l’Iran hanno cominciato a dialogare direttamente sul programma nucleare iraniano, loro due sono stati costretti a sopportare delle pressioni da parte delle diverse forze politiche nel proprio paese e non solo.

 Inoltre sia Obama che Rohani nella loro campagna elettorale hanno investito tanto sulla soluzione della questione nucleare dell’Iran in particolare il presidente Rohani è stato eletto proprio per le sue dichiarazioni e le sue promesse elettorali sul miglioramento della situazione economica in Iran.

Durante la campagna elettorale in Iran era proprio lui a sottolineare gli effetti dell’embargo sull’economia del paese e criticava le azioni del governo precedente ,Ahmadinejad, per quanto riguardavano le politiche estere e la relazione del paese con la comunità internazionale.

Le sanzioni contro l’Iran non sono recenti e se ammettiamo che le misure restrittive avevano lo scopo di bloccare il programma nucleare (il che non è avvenuta in quanto l’Iran ha continuato ad andare avanti),oggi  anche gli americani hanno capito che è impossibile mantenere le sanzioni contro questo grande paese per un periodo di lungo termine e quindi l’amministrazione Obama cerca di concludere la questione nucleare dell’Iran attraverso un accordo  che gli permetta di rispondere agli attacchi repubblicani  e naturalmente registrare un successo per la sua politica  estera.

L’altro dato importante è che anche gli alleati europei degli USA non possono più  rinunciare a un mercato come l’Iran con più di 78 milioni abitanti di cui il  60% ha l’età inferiore a 30 anni , con le  risorse naturali come petrolio, gas, mineraria, … . sapendo anche che l’economia iraniana è in via di sviluppo e nei diversi settori la vecchia persia  ha bisogno di un rinnovamento che porti a  creare delle buone opportunità per le imprese europee.

Quindi anche ai paesi europei conviene il raggiungimento di un accordo definitivo che gli permetta di tornare nel mercato iraniano. Infatti,  nei mesi scorsi diverse delegazioni commerciali europee sono andate in Iran per valutare le opportunità di business in questo paese.

Un accordo buono beneficerà anche l’Iran, praticamente più di 100 miliardi di dollari del paese  sono bloccati all’estero e l’Iran non può avere accesso a questi soldi. Attualmente il paese ha un accesso limitato a questo ammontare secondo l’accordo di Ginevra e Lisbona .

In più la maggior parte delle politiche economiche del governo sono legate al successo dei colloqui in corso per cui il risultato delle trattative è molto determinante per il governo Rohani. Inoltre l’accordo avrà sicuramente gli impatti positivi sul settore petrolifero iraniano  in termini di crescita degli investimenti e dell'aumento della capacità di produzione del petrolio. Quindi un eventuale fallimento delle trattative creeranno grossi problemi per la sua economia .

Infine non si deve sottovalutare la presenza dell’ ISIS che ha reso la situazione politica nel Medioriente instabile ed è stato considerato il nemico comune per USA, IRAN e i paesi UE.

Non resta altro che dire conviene a tutti un accordo o perlomeno è quello che noi lo speriamo!

Calendario di Fiere

Gennaio 2016
Sab Dom Lun Mar Mer Gio Ven
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28

Galleria

Top

Questo sito usa i cookies per offrire un servizio migliore.Utilizzando il nostro sito web, accetti l'utilizzo dei cookies, se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie clicca su "Maggiori Informazioni".